marzo 19

Le prove per ottenere la separazione per infedeltà e l’addebito

Le prove per ottenere la separazione per infedeltà e l’addebito

L’infedeltà coniugale non comporta alcuna conseguenza né sul piano penale, né risarcitorio: non è infatti un reato, né un illecito civile. Si tratta di una violazione delle regole del matrimonio e l’unica conseguenza per chi tradisce è l’impossibilità di chiedere l’assegno di mantenimento o di rivendicare i diritti di erede. L’infedeltà comporta la dichiarazione di.

dicembre 4

Gli strumenti per affrontare e combattere il bullismo

Gli strumenti per affrontare e combattere il bullismo

L’odioso comportamento definito bullismo consiste nella condotta vessatoria ed aggressiva realizzata, ripetutamente, da un soggetto prevaricatore nei confronti di un altro più debole che subisce. Il fenomeno si è diffuso moltissimo tra i giovanissimi e con l’evolversi della tecnologia anche il bullismo si è adeguato, sviluppando nuove metodologie di attacco, racchiuse nel cosiddetto cyber bullismo..

novembre 27

A chi spetta l’eredità se c’è il testamento o non

A chi spetta l’eredità se c’è il testamento o non

Nel redigere il proprio testamento bisogna ricordare sempre che, secondo la legge italiana, non si possono dimenticare i cosiddetti eredi legittimari che non possono essere esclusi totalmente dall’asse ereditario ma devono ricevere almeno una quota minima di eredità e hanno diritto di averla anche in presenza di un testamento che non li considera per niente. I legittimari s’identificano.

ottobre 23

Non si può costringere il marito o la moglie ad avere un rapporto intimo se l’altro… non si lava. Se insiste può scattare il reato di violenza

Non si può costringere il marito o la moglie ad avere un rapporto intimo se l’altro… non si lava. Se insiste può scattare il reato di violenza

L’argomento può sembrare pruriginoso o si può prestare a facili ironie: invece anche i rapporti sessuali all’interno del matrimonio hanno una rilevanza giuridica. Infatti la Cassazione, in una recente sentenza ha definito chiaramente un principio che può non piacere ma che bisogna accettare. I giudici hanno affrontato la questione con chiarezza. Il concetto espresso è semplice:.